12 marzo 2021

CNA Fita: vaccinano i trasportatori



All’indomani dell’attuazione dell’ordinanza del presidente della Regione Christian Solinas che per garantire la “zona bianca” prevede il tracciamento mediante tampone di tutti i passeggeri – autisti tir compresi – che sbarcano per via marittima in Sardegna, la Cna Fita Sardegna chiede alla Regione Sardegna che nel piano di vaccinazione anti Covid venga data priorità anche ai conducenti che via mare svolgono il servizio essenziale di approvvigionamento dei beni necessari all’isola. Si tratta di operatori che movimentano le merci con trasporto guidato in accompagnamento, di cui la maggioranza (circa 400) svolge l’attività nei porti del nord Sardegna.

“Gli autotrasportatori che viaggiano da e per la Sardegna continuano ad esporsi al rischio di contagio per supportare i bisogni di aziende, famiglie e cittadini sardi – spiega Franco Pinna, presidente regionale e vicepresidente nazionale CNA FITA -. Chiediamo che la Regione riconosca il valore essenziale del loro servizio e proceda a vaccinarli per tutelare la loro salute e quella della popolazione”.

“Bisogna garantire l’immunità di chi varca continuamente il mare per servire la sua terra – aggiunge Valentina Codonesu, responsabile regionale CNA FITA -. Non si tratta più di una condizione temporanea. A un anno dall’inizio dell’incubo Covid la prospettiva di uscita è ancora lunga e il vaccino è l’unica garanzia di tutela per gli autisti e le loro famiglie, nell’interesse dell’intera Sardegna”.


CS - CNA Fita - vaccinano i trasportatori.pdf RS - CNA Fita - vaccinano i trasportatori .pdf
  • Convenzioni CNA