13 gennaio 2020

Caro trasporti - appello al Ministro, servono interventi compensativi



Mentre si attende che, la settimana prossima, venga riconvocato a Roma il Tavolo avviato lo scorso 7 gennaio con il Ministro dei Trasporti De Micheli per varare interventi urgenti che possano scongiurare il default delle piccole imprese di autotrasporto isolane, le compagnie di navigazione hanno iniziato ad applicare i nuovi incrementi tariffari del 25-30% (che diventa addirittura un aumento del 60% nel biennio 2018-2020 per via dell’ulteriore rincaro del 30% già operato nel 2019 dalle stesse compagnie marittime).

Lo scorso 10 dicembre 2019 la CNA FITA Sardegna aveva denunciato il caro traghetti green, la scelta unanime degli armatori di ribaltare all’utenza che trasporta merci una media di 250€ + iva per un autocarro o un semirimorchio in andata e ritorno dalla Sardegna, la penalizzazione economica da decine a centinaia di migliaia di euro ad operatore, e quindi di milioni di euro per l’intero comparto Autotrasporto.

Un salasso che rischia concretamente di cancellare molte delle 2275 piccole aziende artigiane di Autotrasporto (che rappresentano il 73,48% delle 3096 aziende attive al 31 dicembre 2019).


NS - Caro trasporti, appello al ministro 11 01 20.pdf RS- Caro trasporti, appello al ministro 11 01 20docx.pdf