02 agosto 2019

Appalti Pubblici: 1° semestre in crescita



Il primo semestre 2019 segna per gli appalti pubblici nell’isola un bilancio positivo rispetto all’anno precedente. Dopo un rallentamento in apertura d’anno che ha seguito la forte accelerazione registrata negli ultimi tre mesi del 2018, il mercato dei bandi di gara per lavori pubblici in Sardegna ha ripreso il trend espansivo da marzo-aprile. Tra gennaio e giugno 2019 sono stati pubblicati complessivamente 489 bandi per un valore complessivo a base di gara di 314 milioni, che definiscono una domanda stabile rispetto al primo semestre 2018 (+1,5% il numero) e un aumento del livello di spesa del 21%. Se il confronto viene fatto con la seconda metà dello scorso anno è però evidente un netto rallentamento di domanda e spesa, rispettivamente del 13% e 47%.

“In base al risultato del primo semestre il mercato regionale dei lavori pubblici sta consolidando la fase di ripresa in atto dalla seconda metà dello scorso anno - commentano Francesco Porcu e Antonello Mascia, rispettivamente segretario regionale della Cna Sardegna e presidente di CNA Costruzioni -. Nel corso del 2019 le amministrazioni pubbliche sarde hanno superato la fase di ripiegamento del mercato registrata nel 2016 e 2017: nel 2019 sono stati pubblicati in media 82 bandi di gara, a fronte di livelli pari a 79 e 72 nei due anni “critici”. In termini economici, il risultato del 2018 è condizionato dalla pubblicazione di maxi-appalti negli ultimi mesi dell’anno (quando erano stati promosse le gare ANAS per la messa in sicurezza a adeguamento di tratte della SS 131 «Carlo Felice»), ma il livello medio mensile della spesa nel primo semestre 2019, pari a 52 milioni, risulta superiore a quella del 2016 e non distante da quella 2017 (57 milioni)”.


CS - Appalti pubblici 01_08_19.pdf RS - Appalti pubblici 01_08_19.pdf