27 aprile 2018

Lavoro



Al termine di un lungo e difficile negoziato, la CNA, le altre Organizzazioni Datoriali e FIOM CGIL, FIM CISL e UILM UIL hanno rinnovato oggi il CCNL Area Meccanica.
L’accordo (che coinvolge CNA Produzione, CNA Installazione e Impianti, CNA Servizi alla comunità, CNA Artistico e Tradizione, CNA Servizi alla comunità – SNO) scade il 31 dicembre 2018 e si applica a circa 250mila Imprese e a oltre 500mila lavoratori.
Gli aumenti economici concordati a regime sono pari a 42 euro al 5° livello per le Imprese dei settori Metalmeccanica, autoriparazione e installazione di Impianti, a 42 euro al 5° livello per le Imprese dei settori Orafo, argentiero ed affini, e 41,5 euro al livello 4° per le Imprese Odontotecniche.
A integrale copertura del periodo di carenza contrattuale è stata definita la corresponsione di una “una tantum” di 299 euro che verrà erogata in due soluzioni: la prima con la retribuzione del mese di giugno 2018 di 150 euro; la seconda di 149 euro con la retribuzione di ottobre 2018...(leggi la notizia completa)